La plancetta di Giancarlo

L' Amico Giancarlo Vella, Armatore di ABEA, ha realizzato questa bellissima plancetta/spoiler.

Lavoro casereccio, come si può vedere dalle fasi di realizzazione, ma risultato decisamente professionale!

Bravo Giancarlo!

Si comincia con la realizzazione della base purtoppo di questa fase non ho foto. Ho utilizzato un foglio di forex che serve ad avvolgere il profilo della parte poppiera dello scafo e che farà da supporto alla posa del gelcoat in tutta la parte poppiera, il foglio di forex si sorreggeva grazie a delle cinghie che rendevano il foglio di forex quanto più solidale possibile allo scafo. In questa fase non si tiene conto delle dimensioni finali dello specchio di poppa le dimensioni reali verranno ricavate successivamente ritagliando quanto non serve secondo il disegno di progetto. Si dovrà utilizzare del distaccante in modo da consentire il distacco del gelcoat. Il distacco potrà essere effettuato solo dopo aver realizzato almeno 3 strati di resinatura e qualche rinforzo. La bozza dello specchio di poppa potrà essere distaccato solo quando anche la base di compensato da 20 mm sarà stato fissato con resina epossidica e Tipoxy Tixo. Realizzata la bozza dello specchio di poppa il tutto potrà essere distaccato dallo scafo in modo da consentire tutte le fasi di lavorazione successive fuori opera, mentre quando tutto sarà completato si potrà riunire seconto quanto già descritto.

Particolare dei rinforzi interni al fine di evitare eventuali movimenti al piano rispetto la struttura generale, tutto deve essere rigorosamente fazzolettato con anelli di compensato marino,  ne sono stati disposti 4 resinati per intero. Si intravedono le piastre resinate di aisi 316 con perni da 10 mm che serviranno ad ancorare la plancetta alla poppa.
Questa é una vista generale dove si vedono i tacchetti di legno incollati all’interno con il tipoxy tixo della C&C di Viareggio ( anche il TEAK verrà incollato successivamente alla base con lo stesso materiale) I tacchetti serviranno per fissare le parti frontali dall’esterno. Per consentire comunque una resinatura del compensato utilizzato per i frontali sono stati praticati dei fori nella parete che poggia sullo specchio di poppa in modo di rendere l’interno della plancetta accessibile anche con la resinatura finale.
Un’altra immagine dell’interno e delle piastre di fissaggio. I perni di fissaggio quando vengono saldati alle piastre devono essere perfettamente a squadra altrimenti quando si và a attaccare la plancetta alla poppa i fori non coincideranno più.
Particolare interno 1a chiusura della battuta frontale. La battuta frontale è in compensato marino da 3mm che verrà fissato tramite viti autofilettanti da 4mm e Tipoxy Tixo alla base ( evitare di stringere sin da subito a ferro le viti altrimenti tutto il tipoxy tixo verrà espulso fuori stringere dopo almeno 1 ora ) Il frontalino deve essere sottomesso rispetto il profilo della poppa in modo da poter ospitare i fogli di resina senza che questa faccia sovra spessori inutili. Tutti i bordi di giuntura devono essere tondeggianti.
Assieme generale in fase di finitura con stucco Epoxy Filler di C&C. Una volta chiuso tutto l’assieme con resina epossidica si puo’ cominciare la finitura con stucco epossidico, quanto più è accurata la fase di lavorazione iniziale con resina epossidica  tanto meno stucco sarà necessario per effettuare la finitura. L’eccessivo uso di stucco renderebbe la struttura più pesante e meno resistente. Lo stucco dovrà essere di colore bianco cosi come anche il fondo da dare successivamente prima della verniciatura finale ( evitare quindi di utilizzare colori differenti come il grigio per il fondo in caso di graffi non si noterà nulla.). Qui si vede l’impronta della base del teak l’impronta è stata realizzata con uno scalino negativo di circa 0,5 mm in modo che questo faccia da base di ancoraggio ai listelli di teak. I listelli sono stati incollati sempre con Tipoxy Tixo e collegati con SICAFLEX. Sono inoltre stati fissati due ganci che servono all’aggancio della scaletta telescopica estraibile, quindi a riposo non c’è la scaletta che resta appesa alla poppa.
Secondo assieme in fase di stuccatura: La verniciatura è stata realizzata per ultimo, e cioè con la plancetta già imbullonata allo scafo.
Nella giunzione tra scafo e plancetta si dovrà interporre del SICAFLEX con la funzione di collante che dovrà comunque rimanere elastico ( il concetto di elastico è relativo perché comunque parliamo di qualche µ).
La giunzione tra le due parti (Plancetta e Scafo) rende comunque la visione della giuntura ho preferito lasciare a vista la giuntura soprattutto perché lo scafo non è stato ASSOLUTAMENTE RIVERNICIATO ma lucidato accuratamente prima di scegliere il colore della plancetta.
 

www.comet1000.it